orchideephalenopsis.org

Varietà, diffusione e coltivazione delle orchidee phalenopsis e non solo.

orchideephalenopsis.org
Le Orchidee fanno parte della famiglia delle Orchidaceae, all’interno della quale si individuano parecchie specie, varietà e generi, sia spontanei che coltivati. Proprio per la suddetta varietà, la loro classificazione risulta alquanto complessa.

Le Orchidee sono diffuse nel mondo in modo abbastanza irregolare. Presenti un po’ ovunque, trovano tuttavia la loro massima diffusione nelle zone umide della fascia intertropicale. Solo in Italia se ne contano 85 specie spontanee, diffuse tra le zone umide di montagna e quelle in prossimità delle zone costiere.

Quanto all’habitat anch’esso è molto variegato. La maggior parte di esse sono epifite o semi-epifite, e vivono perciò su rocce o tronchi di altre piante; altre sono invece terrestri; altre ancora semi-acquatiche e addirittura sotterranee.

Seguire un’orchidea non rappresenta un sacrificio oneroso. Durante la stagione calda, infatti, sarà sufficiente irrigare le piante dalle 2 alle 4 volte ogni settimana, mentre durante l’inverno si potrà limitarsi ad una sola volta. Questo è vero soprattutto per le epifite, mentre per tutte quelle specie originarie di zone con periodi aridi, è addirittura consigliabile sospendere le irrigazioni in corrispondenza di questi periodi. Una irrigazione troppo copiosa, comporterebbe patologie non indifferenti tra cui ingiallimenti e degradazioni dei pseudo bulbi.

Anche sulla concimazione basta qualche dritta elementare, non essendo le orchidee delle piante esigenti. La nutrizione ottimale dovrebbe consistere in una soluzione contenente il doppio dell'azoto rispetto a potassio e fosforo. Essa va inoltre sostituita con una frequenza variabile da 7-15 giorni a 3-4 settimane, a seconda del periodo stagionale e delle esigenze della specie.

Come è noto gran parte delle orchidee in commercio arrivano da zone tropicali o subtropicali. Per questo motivo esse difficilmente trovano nel nostro ambiente i loro parassiti naturali. In assenza di pericoli in quel senso, bisognerà solo stare attenti alle fisiopatie, cioè tutte le alterazioni provocate da condizioni climatiche, di luce ed umidità non congeniali al loro naturale sviluppo.

condividi con amici  

coltivazione orchidee

CYMBIDIUMNon tutte le specie di orchidee necessitano dello stesso tipo di trattamento nella coltivazione. Una delle cose fondamentali è tenerle sempre con una buona illuminazione, senza esporle direttamente al... vai a : coltivazione orchidee

Orchidee

ONCIDIUMPianta che conta tantissime specie in natura, l’orchidea è un genere sparsa per tutto il globo eccetto che nei deserti e ghiacciai. E’ originaria di zone tropicali e sub-tropicali, con grande spirito ... vai a : Orchidee

Orto in balcone

Orto in balconeNel momento in cui si vive in un appartamento in città, certamente coltivare un orto può rappresentare uno di quei sogni che si vorrebbero realizzare da sempre. Senza ombra di dubbio, una soluzione p... vai a : Orto in balcone

Varietà Orchidee

VANILLAClassificare le orchidee è da sempre stata un’operazione abbastanza complicata, questo soprattutto in relazione al fatto che come vegetale è tra quelli con più generi e specie, migliaia. Vista la sua ... vai a : Varietà Orchidee